Questo sito utilizza cookies tecnici (Google Analytics) per l'analisi del traffico; proseguendo la navigazione ci si dichiara implicitamente d'accordo all'uso dei medesimi Ok, accetto

notizie

Un frammento di RNA facilita
l’avvio del diabete di tipo 1?

Il diabete di tipo 1, autoimmune, ha forse qualche segreto di meno: un tassello che potrebbe portare a nuove cure. Così, almeno, sperano i ricercatori dell’Helmholtz Zentrum di Monaco di Baviera (Germania), che hanno pubblicato i risultati del loro lavoro sulla rivista scientifica Nature [...]Leggi tutto »

Con i raggi infrarossi
diagnosi più “facile” e precoce

La diagnosi di artrite reumatoide (e, più in generale, delle patologie reumatiche), non sempre facile, potrà essere agevolata in futuro da una tecnica non invasiva, ma molto efficace (almeno secondo i primi studi): l’analisi all’infrarosso della temperatura di alcuni dei punti più colpiti [...]Leggi tutto »

Nanoparticelle di glutine
per frenare la celiachia

Una nuova tecnica potrà aiutare in futuro i celiaci a scegliere i cibi senza troppe limitazioni. Di cosa si tratta? È un sistema di incapsulazione di nanoparticelle di glutine, che è stato messo a punto dai ricercatori della Northwestern University di Evaston (USA) e ha dato ottima prova di sé [...]Leggi tutto »

Mutazione del DNA blocca
i farmaci contro il Crohn

Le persone con la malattia di Crohn o con la colite ulcerativa, due patologie infiammatorie croniche dell’intestino di origine autoimmune, quando non rispondono più ad altre cure vengono spesso trattati con uno tra due anticorpi monoclonali chiamati infliximab e adalimumab, che hanno come [...]Leggi tutto »