Il progetto Assedio Bianco

Assedio Bianco è un sito creato dalla Fondazione per la Scienza, in collaborazione con la Fondazione Umberto Veronesi. Lo scopo è quello di fornire notizie utili e concrete a chi deve affrontare patologie e problemi legati al sistema immunitario, con un linguaggio il più possibile semplice (anche se i meccanismi d’azione di questo apparato sono quantomai complessi e non ancora del tutto chiariti) e con una base scientifica forte.

L’assedio bianco è quello a cui ci sottopone il nostro sistema immunitario, disseminato in ogni angolo dell’organismo e composto (forse non tutti lo sanno) dal midollo osseo, dal timo, dalla milza, dai linfonodi, da molti tipi di cellule specializzate nei vari organi, e dai globuli bianchi, appunto, che circolano nel sangue e nel sistema linfatico, e si infiltrano ovunque sia necessario. Un apparato difensivo poderoso e fondamentale per l’organismo, ma che a tratti può creare anche molti problemi, quando i “soldati” (i globuli bianchi) che dovrebbero proteggerci dall’invasione dei “nemici” (batteri, virus, protozoi, funghi, sostanze tossiche) sbagliano e si scatenano contro le cellule che appartengono all’organismo stesso. E’ questa l’autoimmunità.
Si calcola che circa il 20% della popolazione nei Paesi industrializzati abbia, in forme più o meno lievi, disturbi in qualche modo collegabili all’apparato difensivo (dalle allergie, ai problemi autoimmuni come la sclerosi multipla, l’artrite reumatoide o la psoriasi). E questa percentuale appare in aumento, per motivi non del tutto chiari.

Ma all’interno di Assedio Bianco cercheremo anche di riflettere sui collegamenti fra il sistema immunitario e quello nervoso. Insomma, fra la psiche e il corpo: un tema fondamentale per vivere bene e per difendersi al meglio dalle malattie, in una visione multidisciplinare, olistica, come dicono gli esperti (anche se resta invece forte, fra i medici, la tendenza a curare le patologie di un singolo organo, senza considerare l’ambiente in cui vive una persona, i suoi problemi psicologici, l’atteggiamento verso gli altri e se stessa). Studi sempre più numerosi e sempre più seri dimostrano che il sistema immunitario, quello nervoso e quello endocrino (le ghiandole a secrezione interna, come il fegato, la tiroide, le ovaie, le surrenali, e così via), collaborano strettamente fra di loro e si influenzano di continuo. Questi collegamenti sono ormai molto chiari negli animali da laboratorio, mentre è più difficile “misurarli” negli uomini. Ma l’esperienza insegna, da millenni, che un atteggiamento psicologico positivo aiuta anche ad accrescere il benessere fisico (e viceversa). Sul versante opposto, studi recenti cominciano a indicare che anomalie del sistema immunitario possono influenzare la sfera psichica: una rivoluzione, che forse porterà, nei prossimi decenni, a curare un disturbo nervoso anche con i farmaci contro le infiammazioni croniche dell’intestino...

Paolo Rossi Castelli
Data ultimo aggiornamento: 21 dicembre 2014